Gotta: la malattia degli anziani

LA GOTTA NEGLI ANZIANI

La gotta è una forma di artrite, rientrante nella categoria delle più dolorose. Spesso si manifesta come un problema a carico dell’alluce, ma può colpire anche altre articolazioni. Ad esempio, la gotta colpisce: la caviglia, il gomito, il polso, la mano e le altre dita.

La gotta è spesso associata a gonfiore, che può far tirare la pelle intorno all’articolazione, In questo caso, il rigonfiamento può far diventare tutta la zona tumefatta e molto fragile. Il medico può consigliarvi di effettuare le analisi del sangue e una radiografia. Inoltre, sempre lo specialista, può prelevare un campione del fluido articolare durante l’attacco. AES Domicilio è una delle agenzie badanti che forma professioniste capaci di gestire anche le situazioni sintomatiche della gotta.

Gotta cause

Le cause della gotta vanno ricercata nella deposizione di cristalli di acido urico a livello articolare. Naturalmente, la causa può essere inoltre legata ad uno stile di vita poco sano. Anche l’utilizzo prolungato di farmaci può causare questo disturbo. La gotta è un disordine del metabolismo purinico, caratterizzato da:

  • Elevati livelli di urato nel siero (iperuricemia);
  • Formazione di depositi di acido urico in varie sedi (tofi);
  • Attacchi infiammatori articolari acuti (artrite monoarticolare), con depositi di urati nelle cartilagini;
  • Malattia renale (nefropatia gottosa)

Gotta sintomi e rimedi

Il paziente colpito da gotta lamenta dolori articolari intermittenti (artrite monoarticolare). Generalmente questi fastidi sono associati a gonfiore, ma anche a eritema e calore. Gli episodi dolorosi coinvolgono soprattutto le articolazioni di mani e piedi e, in circa il 90% dei casi, viene primariamente colpita l’articolazione metatarso-falangea dell’alluce.

Nelle forme croniche possono comparire dei noduli di grandezza variabile detti tofi. Questi depositi di acido urico si formano inizialmente intorno alle articolazioni interfalangee e a quelle metacarpo e /o metatarso-falangee. Successivamente compaiono anche in sede extrarticolare, come nel tendine d’Achille e nella parte esterna dell’orecchio. Il loro colore, inizialmente rosa-salmone diventa poi bianco-giallastro. Per assistere e conoscere i trattamenti specifici per ogni esigenza è necessaria la presenza assidua di chi, come le badanti, con pazienza e professionalità, sia in grado di far fronte ad ogni imprevisto e si renda conto dei bisogni quotidiani dell’assistito.

AES Domicilio offre servizi di badante a Milano, secondo ogni necessità e anche per brevi periodi di tempo.