Gli Anziani e gli Effetti della Sedentarietà: Cresce il Ruolo delle Badanti

Quando gli anziani stanno troppo tempo a casa il tempo sembra non finire mai, la noia prende il sopravvento e le lamentele di moltiplicano.

Soprattutto di questi tempi, in cui è richiesto stare in casa il più tempo possibile, la sedentarietà fa da padrona e gli anziani, non potendo fare neanche quel poco che era possibile, si abbattono maggiormente e aggravano le proprie condizioni di salute, ma partiamo per gradi. Il Covid ha delle regole ben precise e questo lo sappiamo bene, ma noi dobbiamo cercare di migliorare lo stato di chi ci circonda. In questo caso quindi, il ruolo dell’assistente domestico (badante convivente, badante ad ore, colf ad ore, colf convivente, chi presta servizi infermieristici e servizi psicologici a domicilio) è fondamentale.
Con l’avanzare dell’età infatti, le attività diurne diminuiscono in termini di quantità e intensità. È quasi come se il tempo stesso, in qualche modo, rallentasse e il corpo subisse un dispendio di energie nettamente inferiore rispetto ai giovani. L’orologio interno si regola su questi cambiamenti dello stile di vita. Studi specifici hanno dimostrato che c’è uno stretto legame tra attività fisica e capacità cognitive negli over 65: questo vuol dire che maggiore è l’attività e più ampia sarà la gamma di capacità mentali che possiamo conservare.

Effetti della sedentarietà nell’anziano

Dunque innanzitutto la sedentarietà diminuisce il sonno: già molti anziani, come abbiamo appena visto, per natura, e col passare del tempo, diminuiscono sempre di più le ore di sonno giornaliere, se perdono anche quel poco di “stress” dettato da una passeggiata all’aria aperta o un incontro con degli amici al circolo, allora passiamo ad una vera e propria insonnia, per lui e per chi lo circonda. In questo senso la badante convivente a Milano deve tenere viva la sua attenzione, cercare di “stancarlo” in qualche modo, per tenere la sua mente attiva, occupata dai pensieri, dalla positività.

Gli anziani si annoiano, lamentano dolori o fastidi, altre volte vogliono solo attenzione e non sentirsi abbandonati, vogliono insomma una ragione per continuare a vivere.
La badante ad ore a Milano, in questo periodo storico in particolar modo, costituisce dunque una risorsa straordinaria per i nostri cari; esse tengono compagnia, monitorano la situazione h24 o in determinate ore del giorno, ma in ogni caso tengono viva la mente dei nostri cari, in un periodo in cui è più facile trascurarli, sottovalutare la loro presenza, i loro bisogni non solo fisici, ma soprattutto psichici.

Sei alla ricerca di una badante o di un aiuto per la gestione amministrativa della tua badante?

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano, Badante Monza, Badante Como, Badante Lecco, Badante Bergamo.